AsaNIsiMAsa2021-03-21T10:59:28+01:00

AsaNIsiMAsa

Asa NIsi MAsa ” è un’ iconica frase senza senso, una sorta di filastrocca, usata durante una scena chiave del film 8½ di Federico Fellini del 1963, forse il flash back più famoso della storia del cinema.

E’ la formula magica che i bambini protagonisti di “8 e ½” pronunciano di notte per far muovere gli occhi di un ritratto e che, dietro all’alfabeto “serpentino” (alfabeto segreto che scompone le parole in sillabe e, dopo ogni sillaba, aggiunge la esse seguita dall’ultima vocale del gruppo), cela la parola Anima.

Ed è proprio l’ANIMA al centro di queste pagine.

Partendo dalle parole di incitamento del filosofo Seneca ad un amico che credeva di liberarsi dagli affanni viaggiando : ’L’Anima devi cambiare non il cielo sotto cui vivi’…

Meditate gente, meditate…..

Biblioterapia

by |Marzo 20th, 2021|Categorie: AsaNIsiMAsa, Letteratura|

Leggere significa prendersi cura di sé “Quando qualcuno parla il buio scompare”(Freud) di Manuela Racci Leggere è uno dei modi più importanti per prendersi cura di sé, come scriveva il grande Borges, poiché ogni libro è un universo. I libri regalano benessere mentale, felicità intellettuale, rigenerazione spirituale, poiché sono [...]

Il paranormale in 200 parole chiave

by |Marzo 18th, 2021|Categorie: AsaNIsiMAsa, Letteratura|

I 2000 volumi che lo zio Federico custodiva a Roma nella casa di via Margutta e nello studio di Corso Italia, da 27 anni sono con me a Rimini e mi tengono compagnia. Gli argomenti dei volumi spaziano dalla psicoanalisi, alla narrativa (Jung, Poe, Kafka, Leopardi, Cervantes, Dickens, Simenon, [...]

Fellini e Rol. Un’Amicizia ai confini della realtà

by |Marzo 18th, 2021|Categorie: AsaNIsiMAsa, Letteratura|

di Franco Rol Nel 1964 Federico Fellini parlava pubblicamente per la prima volta di Gustavo Adolfo Rol, definendolo «l'uomo più sconcertante che io abbia incontrato. Sono talmente enormi, le sue possibilità, da superare anche l'altrui facoltà di stupirsene. C'è un limite anche alla meraviglia». Poco prima aveva detto: «Io [...]

Torna in cima