Mauro Maur

Il Maestro MAURO MAUR rappresenta il musicista italiano dallo stile puro e inconfondibile.

MAURO MAUR contribuisce con la sua arte di virtuoso della tromba a diffondere nel mondo la sapienza e la tradizione musicale italiana al più alto livello, mantenendo viva una lunga storia della musica che lo vede testimone accanto a musicisti come Placido Domingo, Uto Ughi, Riccardo Muti, Leonard Bernstein, Seiji Ozawa, Pierre Boulez, ma anche Tony Scott, Oscar Valdambrini, Nini Rosso, Paquito D’Rivera, Gloria Gaynor.

MAURO MAUR inizia a suonare la tromba a Trieste, sua città natale, si diploma giovanissimo a Trieste e all’età di 16 anni supera il concorso d’ammissione al Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi dove si perfezionerà con Pierre Thibaud, che lo accudisce e sostiene come un figlio. Ancora allievo del Conservatorio vince l’audizione per prima tromba all’Orchestra Nazionale di Tolosa (diretto da Michel Plasson), con la quale effettuerà tournées negli Stati Uniti, in Canada, Austria, Germania ed Italia. Inizia in Francia, a 18 anni, ad essere richiesto come solista dai celebri organisti, da orchestre da camera, ad essere presente nei maggiori festival. Compie un ciclo di studi alla Northwestern University di Chicago con A. Herseth, V. Cichowicz, A. Jacobs.

Vince la Medaglia d’oro al Concorso Internazionale di Tolone nel 1981, il Premier Prix all’unanimità al Concorso del Conservatoire de Paris nel 1982, il Concorso di Lilla (Francia). Nel 1985, torna in Italia, vince il Concorso di Prima Tromba all’Opera di Roma, al Teatro San Carlo di Napoli, all’Accademia Santa Cecilia di Roma.

Suona nelle più importanti sale da concerto del mondo: Carnegie Hall di New York, Lincoln Center di New York, Hollywood Bowl di Los Angeles, Boston Symphony Hall, The Great Hall of The People di Pechino (Cina), National Center for The Performing Arts (Cina), Seul Art Center (Corea), SOTA Arts Center (Singapore), Suntory Hall di Tokyo, Opera di Dresda (Germania), Hercules Salle di Monaco di Baviera (Germania), Festspiele Salisburgo (Austria), Vienna Festspielhause (Austria), Salle Pleyel di Parigi, Megaron Athens (Grecia), Nuovo Auditorium di Santa Cecilia a Roma, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro alla Scala di Milano ed altre, interpretando i concerti di Tartini, Albinoni, Haydn, Hummel, Telemann, Morricone, Piccioni, Rota, Jolivet.

Oltre ad aver eseguito, nella sua carriera, le opere capitali del repertorio classico per tromba, viene richiesto dall’Unione Musicisti di Roma, dove registrerà centinaia di colonne sonore di compositori come Ennio Morricone, Mikis Theodorakis, Riz Ortolani, Jerry Goldsmith, Georges Delerue, Piero Piccioni scrivono per lui, richiedono la sua tromba nelle colonne sonore internazionali. Innova la letteratura per tromba moderna creando nuove composizioni scritte per lui da Bussotti, Clementi, Vlad, Mannino, Dashow.

Ha collaborato per più di 18 anni con Ennio Morricone, il quale ha dedicato a Mauro Maur molti assoli dei suoi film e anche il suo concerto per tromba e orchestra “Ut”.

L’amicizia che legava Mauro Maur a Giulietta Masina e Federico Fellini ha fatto sì che il solista Mauro Maur abbia suonato ai Funerali di entrambi i grandi artisti. Giulietta Masina aveva lasciato una lettera nella quale chiedeva a Mauro Maur, “la sua tromba”, di suonare L’ “Improvviso dell’Angelo” di Nino Rota per i suoi Funerali. Maurizio Costanzo lo ospiterà varie volte al suo show. Marzullo e Rispoli fanno altrettanto.

Prima Tromba all’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma dal 1985 al 2010, ha collaborato e inciso con prestigiosi gruppi come l’Opera di Parigi, l’Orchestra Nazionale di Francia, l’Ars Nova, Les Solistes de France, l’Ircam di Parigi, la Budapest Chamber Orchestra, il Nuovo Quartetto Italiano, con grandi solisti quali Barbara Hendricks, André Isoir, Pierre Thibaud, Oscar Valdambrini, Tony Scott e diretto da grandi maestri come Riccardo Muti, Leonard Bernstein, Seiji Ozawa, Pierre Boulez, Carlo Maria Giulini, Giuseppe Sinopoli, Lorin Maazel.

Françoise De Clossey

Françoise De Closseyenfant prodige, vincitrice di concorsi nazionali importanti già dall’età di 6 anni, ha iniziata giovanissima ad essere richiesta dagli importanti festival nordamericani. Raffinata interprete italocanadese, è nata a Montréal e da molti anni risiede in Italia (è di madre napoletana).

Françoise De Clossey suona con musicisti come Ennio ed Andrea Morricone, Riz Ortolani, S. Sciarrino, H.G. Gorecki, S.A. Gubaidulina, Gilberto Gil, Paquito D’Rivera Orchestra e i musicisti del Metropolitan Opera di New York.

Suona nelle più importanti sale da concerto del mondo: il Palacio de Bellas Artes di Mexico, il Kunsthalle di Monaco de Baviera, il Teatro dell’Opera di Roma, la Sala Tchaikovsky al Conservatorio di Mosca, il National Center for The Performing Arts di Pechino. Si è esibita in Italia, Francia, Germania, Inghilterra, Svizzera, Austria, Slovenia, Croazia, Bosnia, Montenegro, Serbia, Spagna, Portogallo, Svezia, Russia, Kazakistan, Turkmenistan, Lettonia, Georgia, Ungheria, Romania, Repubblica Ceca, Polonia, Argentina, Brasile, Bolivia, Cile, Colombia, Panama, Guatemala, Messico, Canada, Stati Uniti, Arabia Saudita, Kuwait, Turchia, Armenia, Libano, Tunisia, Libia, Marocco, Etiopia, Egitto, Nigeria, Gabon, Congo, Zambia, Mozambico, Sud Africa, Malesia, Thailandia, Singapore, Giappone e Cina.

Attiva anche in campo discografico, ha partecipato a numerose registrazioni per la radio e la televisione in tutto il mondo. E’ stata professore ospite, rappresentante dell’Italia, nella prestigiosa Orchestra of the Americas. Ha firmato un contratto discografico importante per una serie di registrazioni con Mauro Maur, riscuotendo in tutto il mondo grandi successi di pubblico e di critica, che sottolinea unanimamente il talento di questi artisti e la freschezza e la musicalità delle interpretazioni.

Françoise De Clossey è stata insignita del Premio Internazionale “Beato Angelico” per la Donna e ha ricevuto il Premio Oder alla Carriera.

I Felliniani

Un bellissimo concerto di Mauro Maur e Françoise De Clossey con le musiche del grande compositore Nino Rota che ha scritto per i film del suo amico Federico Fellini.

Un bellissimo concerto dedicato al grande Maestro Federico Fellini e al grande compositore Nino Rota, suo grande amico, eseguito da Françoise De Clossy, al piano, e Mauro Maur alla tromba, insieme ad un team di musicisti d’eccezione : Manuel Figheli fisarmonica, Lorenzo Mancini chitarre, Daniele Chiusaroli batteria.

Per la tua privacy YouTube necessita di una tua approvazione prima di essere caricato.
Ho letto la Privacy Policy ed accetto