Namasté, “mi inchino a te” questa era la parola che sentivo ogni giorno dall’alba al tramonto…

Eh si, mi inchino a te Nepal, la mia esperienza in questa terra misteriosa dove ho lasciato il cuore.

Mi presento, Federico Ghiani, nato a Milano e di professione fotografo. La mia esperienza lavorativa inizia a 18 anni, quando capisco immediatamente che del mio hobby volevo farne un lavoro e così con dedizione e perseveranza ne ho fatto la mia attività. In Nepal ho avuto la possibilità di andarci per lavoro, mi era stato assegnato un reportage fotografico che catturasse le vite quotidiane dei Nepalesi. Così dopo due settimane di viaggi, partendo da Katmandu verso l’estremo nord dall’Annapurna per poi spostarmi a sud nel distretto del Chitwan, ho avuto la possibilità e la fortuna di realizzare questi scatti che vi presento.

Namasté a voi

Il Nepal è un Paese compreso tra India e Tibet e conosciuto per i templi e per la catena montuosa dell’Himalaya, dove si trova il Monte Everest. La capitale Kathmandu è famosa per il labirintico quartiere storico, pieno di santuari induisti e buddisti. Nella valle attorno a Kathmandu si trovano il tempio buddista Swayambhunath, altrimenti noto come il tempio delle scimmie, il Boudhanath, gigantesca stupa buddista, i templi indù, i luoghi dedicati alla cremazione del tempio di Pashupatinath e la città medievale di Bhaktapur.

Federico Ghiani ha saputo cogliere l’aspetto più naïf e più vero di questo paese affascinante, attraverso una serie di bellissime foto in B/N e alcune a colori, nei volti della sua gente, meravigliosamente gentile ed ospitale.

Ha saputo traslare in immagini questo bellissimo pensiero : “Qualcuno mi ha domandato che cosa interessa a noi del Nepal. Ed io rispondo: dove c’è un uomo, uno solo, lì siamo anche noi, dove c’è memoria di un passato lì troveremo la modulazione nuova delle stesse illusioni, l’inveramento diverso, ma non discordante, degli archetipi dello spirito umano”. – Giuseppe Tucci